Il Pd di Siderno è contro la delibera commissariale sulla Mini-Imu

 

In data 14 gennaio 2014 sul sito istituzionale del Comune di Siderno è stato pubblicato un Comunicato Stampa che dice testualmente:

 

MINI/IMU: con delibera n° 241 del 27/12/2013 (conseguente alla dichiarazione di dissesto finanziario), l’aliquota base per abitazione principale è stata incrementata dal 4 per mille al 6 per mille, conseguentemente, viene confermata la dovutezza del pagamento che dovrà avvenire entro il 24 gennaio 2014 (scadenza precedente 16 gennaio 2014, prorogata).

 

Il pagamento della mini/Imu, infatti, dopo un balzello di norme e chiarimenti da parte del Governo centrale è stata definitivamente confermata.

 

L’Amministrazione ha dovuto a prendere atto di quanto stabilito da norme statali ed adeguarsi alle medesime.

 

Ora, la Mini-Imu, cioè l'imposta residuale che si deve pagare dopo la cancellazione dell'Imu sulle abitazioni principali, va pagata sugli immobili prima-casa nei comuni che hanno richiesto nel 2013 un'aliquota più alta dello 0,4% (o 4 per mille) fissata dallo Stato. Si paga anche sulle pertinenze della prima casa mentre non la devono pagare gli immobili di pregio perché hanno già pagato il dovuto. Per sapere se i Comuni hanno deciso un'aliquota più alta di quella statale bisogna consultare la delibera che ogni comune è obbligato a pubblicare sul suo sito: se non c'è per il 2013 vale l'aliquota (e quindi la delibera) pubblicata nel 2012.

 

Al riguardo è da sottolineare che le delibere di aumento o conferma delle aliquote IMU definitive per l’anno 2013 dovevano essere pubblicate entro il 9 dicembre 2013 (TERMINE PREVISTO DALLA LEGGE) per permettere ai contribuenti di effettuare il saldo IMU entro il 16 dicembre 2013.

 

Il Comune di Siderno pubblica in ritardo tale delibera, giustificandolo con la dichiarazione di dissesto.

 

Ci poniamo, quindi, un interrogativo: dal momento che la Mini-Imu non va pagata sugli immobili diversi dalla prima casa e nemmeno dalle prime case di lusso (A1, A8 e A9) (che già hanno versato l'intera Imu dovuta a dicembre) i cittadini che hanno già pagato sull’abitazione principale di lusso regolarmente  il 16 giugno 2013 ed il 16 dicembre 2013 con l’aliquota del 4 per mille e quindi ora sono esclusi dal pagamento della Mini IMU, sono agevolati rispetto a chi possiede un’abitazione principale non di lusso e deve pagare con aliquota del 6 per mille???

 

Ora, è vero che l’Ente dissestato è tenuto ad approvare un nuovo bilancio, basato principalmente sull’elevazione delle proprie entrate al livello massimo consentito dalla legge, vale a dire che tutte le tasse comunali (IMU, addizionale comunale, TARSU) saranno aumentate il più possibile fino ad arrivare al tetto massimo consentito dalla legge, basato, inoltre, sul contrasto all’evasione e sul contenimento di tutte le spese, ma è anche vero che le delibere devono rispettare le disposizioni stabilite dalle leggi dello Stato in modo da permettere ai contribuenti di adempiere alle obbligazioni tributarie.

 

Scrivi commento

Commenti: 0

YouTube Channel

Social

Links