CASO "CARTELLE PAZZE": IL PD INCONTRA IL SINDACO

Nella tarda mattinata di ieri, 19 gennaio u.s., una delegazione del Partito Democratico di Siderno, costituita dai consiglieri Mariateresa FragomeniFuda Carlo e Ruso Giorgio, nonché dal componente del Direttivo, Giusy Massara, ha incontrato il Sindaco, Ing. P. Fuda, in merito alla “spinosa” questione delle c.d. “cartelle pazze”.

In primis, i delegati hanno espresso un plauso per la conferenza stampa tenutasi proprio dal Sindaco e dall’Assessore al bilancio, dott. Lanzafame qualche giorno fa e di cui proprio il Partito Democratico s’era fatto promotore, ritenendo fondamentale incontrare la cittadinanza onde informarla, nel precipuo, delle dinamiche sottese all’emissione di detti avvisi di accertamento.

Durante l’incontro, i delegati piddini hanno illustrato al Primo Cittadino alcuni atti di indirizzo da proporre in seno al Consiglio Comunale e/o alla Giunta stessa proprio in merito ai criteri di accertamento e di riscossione dei tributi locali.

Allo stato, infatti, una parte degli avvisi di pagamento da cui sono stati raggiunti i cittadini sono stati emessi all’esito di attività di accertamento condotta da una società esterna, l’A e G S.p.A. alla quale, si auspica, dovranno essere delineate le linee da seguire onde evitare la reiterazione di simili disagi per i cittadini e per l’ente. 

Più in particolare, il Partito Democratico invoca, tra le prime azioni da compiere in materia, il completamento, l’aggiornamento e l’integrazione dell’Anagrafe Tributaria di guisa che si possa avere un quadro completo, attraverso la raccolta e l’elaborazione di tutti i dati, relativamente alla fiscalità dei contribuenti.

In secundis, in ossequio ai principi di uguaglianza e trasparenza, appare oltremodo opportuno concentrare l’attività di accertamento per l’individuazione dei c.d. “evasori totali”, ovvero coloro che non hanno mai pagato le tasse. Solo, in tal modo, infatti, allorquando la base contributiva sarà abbastanza estesa e non saranno i “soliti noti” ad ottemperare fiscalmente, le tasse potranno essere ridimensionate sensibilmente, con beneficio generalizzato per la società (pagare tutti per pagare meno!!).

Solo in estremo subordine, l’attività di accertamento dovrà essere diretta alla verifica di eventuali incongruità tra quanto dichiarato e quanto rilevato in capo ai contribuenti.

La linea programmatica suesposta ha trovato, peraltro, ampia condivisione da parte del Sindaco, Ing. P.Fuda, che si è dichiarato disponibile in tal senso.

Intanto, in merito alle cartelle pazze, già dalle prossime ore, sarà resa pubblica una delibera di giunta di sospensione dei termini adottata dall’Ufficio Tributi del Comune di Siderno, al fine di garantire ai cittadini la possibilità di recarsi presso gli Uffici suddetti per eventuali comunicazioni, precisazioni e chiarimenti, anche in autotutela, senza rischiare di vedersi spirare, nelle more, il termine ex lege previsto per l’eventuale instaurazione di un contenzioso tributario.

Il Partito Democratico di Siderno

Scrivi commento

Commenti: 0

YouTube Channel

Social

Links